altrestorie icon


   

Raccontare storie è la via più immediata per comunicare. Le storie affascinano perchè aprono prospettive nuove, esperienze non vissute ma riconosciute.
Nelle nostre città, così “fragili”, ci sono tante storie da far conoscere.
Di persone, di luoghi, di idee.
Altrestorie è anche una pagina facebook.com/altrestorie.eu.

Il diario di Rashidah

Se per anni cresci respirando i valori della solidarietà, poi è inevitabile che questi vengano fuori. E' successo così ad Eleonora Rossato, 17 anni, liceo scientifico Giorgione, vincitrice del castellano premio Prunola di quest'anno, sezione scolastica inediti, con un testo ben scritto e di forte impatto emotivo: “Le morbile ruvide mani di papà”. Che possiamo oggi pubblicare.

>>>

"Atipico" Davide

Mentre il computer sta caricando un foglio di word su cui dovrò scrivere le domande per Davide, la mamma e Lisa cercano di tranquillizzarlo, non deve stare in ansia. Per me, entrare in dialogo con lui significa vivere l'esperienza di rallentare il tempo per riscoprire il senso dell'ascolto, del pensiero prima dell'azione, della concentrazione. 

>>>

Un'altra accoglienza

Questa intervista è di giugno 2017. E’ la fine di una settimana molto impegnativa per il prof. Calò e la sua famiglia - l’uscita del film “Dove vanno le nuvole”, gli incontri pubblici, le interviste - e lui è più combattivo che mai. Mi accoglie nel suo studio tra centinaia di libri, fogli di appunti, borse di materiale convegnistico, qualche foto...

>>>

voci-migranti

   
  • Ma dove stiamo andando?

    Capita di sollecitare risposte a domande stupide, tipo “come stai?” e di ascoltare il silenzio come responso. Ci sono poi persone come la sottoscritta, che sognano sempre di capire, anche quando comprendere è...…

  • I sogni di chi non vive più

    L. vestiva sempre di nero, metteva brillantina nei capelli e indossava un anello d’argento al pollice. Veniva da Erbil, diceva di discendere dagli Hurriti! Aveva un sorriso scaltro che si apriva sui denti bianchissimi.…

  • Sbarco

    Il 22 luglio 2017 sono sbarcati al porto di Bari 644 africani. Questo il commento di una persona che era là per accoglierli. Ci ho pensato un po' prima di scrivere questo post. La pelle ancora 'tira' di ustione, la testa è ancora sottosopra per il caldo terribile e le sensazioni contrastanti che avvolgono i miei pensieri da ieri mattina. Non sono una credente praticante, mi ritengo cristiana per…

visti-dal-basso

   
  • Funerale

    “Sono preoccupato per mio padre – mi dice un amico – si è ammalato e i medici non riescono a capire che cos’ha. Non vorrei che gli capitasse qualcosa di brutto. E poi sarebbe un problema, non ho neanche i soldi per il funerale”.…

  • Frontiere

    Non so perché ho sempre amato le frontiere forse per il piacere di attraversarle o ancor più di rimanervi in mezzo per appartenere agli uni come agli altri…

  • Sfiducia

    Mi racconta una mamma rom: “non è che non trovo lavoro, io lavori ne trovo tanti: in pizzeria, a lavare piatti, a fare le pulizie. E’ che quando arriva il momento di mettermi in regola e fare il contratto vedono il cognome sui documenti e non mi prendono più”…